Il peggio deve ancora arrivare.

Il peggio deve ancora arrivare.
Non parlo del CoViD19: troppe notizie troppo discordanti per fare previsioni. Io sarò anche un medico, ma non un epidemiologo né un infettivologo: lascio agli esperti questo compito.
Parlo della crisi economica conseguente alla pandemia.
A fine estate si faranno i conti: il numero dei disoccupati sarà enorme anche perché verranno meno tantissime piccole e medie imprese che sono la ricchezza del nostro paese.
Temo che la situazione sarà molto simile al primissimo dopoguerra.
Solo che la situazione è cambiata, gli italiani sono cambiati, la mentalità è cambiata, la solidarietà è cambiata.
Chi è al governo, nazionale e locale, sembra non essersene accorto: le misure adottate non rispondono ai bisogni reali, concreti e urgenti.
Sarà più difficile rialzarsi anche perché non c’è più la carità ed è venuto meno un certo tipo di tessuto sociale.
Qualcosa deve ripartire, e se lo farà sarà dal basso.

Post Tagged with , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dimostra di essere un umano e non un robot, completa questa operazione: *