A breve i “Monologhi con il drone”?

Chi mi segue sui social avrà visto che recentemente ho conseguito il “patentino” per pilotare gli APR (Aeromobile a Pilotaggio Remoto) meglio noti come “droni”.

Ho acquisito il patentino durante il periodo di confinamento grazie anche ad un mio Collega di lavoro, pure lui appassionato in materia.

Dall’acquisizione del patentino al successivo acquisto di un drone, la stipula dell’assicurazione, l'”immatricolazione” del drone stesso il passo è stato breve e quasi automatico.

È seguito un periodo in cui ho fatto pratica di volo volando per oltre 6 ore, percorrendo oltre una ventina di chilometri ed acquisendo pratica nell’uso degli automatismi e della macchina fotografica / cinepresa.

Quello che ho capito è che il drone è un’eccellente “macchina fotografica volante” o “cinepresa volante” (da cui il termine inglese “fly – cam”). Permette delle riprese da prospettive inedite. Ha dei limiti, primo fra i quali la mancanza dell’audio, ma facilmente superabili.

Da qui l’idea di tenere una rubrica, più o meno fissa, che si potrebbe intitolare “Monologi con il drone”, durante i quali potrei parlare del più e del meno, di fatti di cronaca, di politica…

Vediamo se ci riuscirò: devo ancora vedere un paio di cose organizzative e, sopra tutto, quanto tempo mi porta via…

Intanto sto pensando al “Numero 0” con ulteriori informazioni su questa mia idea e la descrizione delle potenzialità del drone acquistato.

Aggiornamenti a breve.

Primi voli del drone in cantina

P.S.: per la cronaca il drone acquistato è un Mavic Air 2 della DJI che ho acquistato nella versione “fly more combo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dimostra di essere un umano e non un robot, completa questa operazione: *