Due parole sull’ “Allarme Coronavirus”.


Avrei delle valide ragioni, personali e professionali, per temere le conseguenze dell’eventuale arrivo in Italia (a Trieste in particolare) dell’infezione da Coronavirus.

Anche per questo ho “studiato” l’argomento.

Ritengo il rischio di contagio praticamente nullo, anche in considerazione delle misure, forse eccessive, adottate.

Per questo sono assolutamente tranquillo: non cambierò di una virgola il mio modo di vivere.

Credo che sia importante un po’ di serenità per tutti, in particolare per i giovani, più sensibili a questi allarmi spesso non supportati da dati reali.

Non credo di poter dire altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dimostra di essere un umano e non un robot, completa questa operazione: *