Tag Archives: FVG

Come noto, nell’aprile 2013 mi sono candidato alle elezioni regionali del Friuli Venezia Giulia. In quell’occasione, pur raccogliendo oltre 700 voti, non sono stato eletto. Da allora tante cose sono cambiate, ad iniziare dal partito per il quale mi sono candidato, che non esiste più… Ma non è di questo che voglio parlare.

Ho continuato a seguire quanto accadeva nei palazzi della Regione, per ora senza commentare. Inizio a farlo oggi e mi riprometto di rifarlo in futuro, esprimendo il mio pensiero su alcuni dei punti che più mi stanno a cuore e che vedo particolarmente disattesi. Rimane sempre la speranza che quanto mi sta a cuore venga realizzato da chi ora è al governo del Friuli Venezia Giulia: anche in questo caso non mancherò di commentare. Cercherò di dare qualche suggerimento. Purtroppo saranno solo parole appunto perché non sono stato eletto….

La notizia, di cui qui trovate il comunicato ufficiale, riguarda il taglio in via definitiva da parte della Regione Friuli Venezia Giulia guidata da Debora Serracchiani, del “bonus bebè”, il contributo erogato “a pioggia” a quasi tutti i nuovi nati.

Intervengo a commentare perché quello della “famiglia” era uno dei punti del mio programma personale ed io mi ero impegnato per “mantenere ed ampliare, eventualmente rivedendo le modalità di intervento, queste politiche in un momento in cui la crisi rischia di operare dei pesanti tagli ed in un momento in cui le famiglie sentono maggior bisogno di un sostegno da parte delle istituzioni.”

Come dicevo, non sono stato eletto…

Ora, il “bonus bebè” è solo un tentativo per rispondere ai problemi che incontrano le famiglie in cui nasce o viene adottato un figlio. Non è “risolutivo”: con i 1.000 euro (che poi 1.000 euro non erano) poco si fa…, ma era comunque un punto di partenza.

Il taglio, completo e definitivo, di questo contributo lascia l’amaro in bocca. Non si venga a dire che è colpa della crisi: questo taglio colpisce chi è già colpito dalla crisi e peggiora la sua situazione. Se poi è vero che la crisi è stata causata dalla denatalità e che uno dei modi più efficaci per uscire dalla crisi è incrementare la natalità, come in molti, fra cui Gotti Tedeschi affermano, la politica della regione a guida Centro Sinistra si dimostra, ancora una volta, miope.

Non sono stato eletto, dicevo, e non ho potuto quindi mantenere fede alle mie promesse elettorali, ma di questo, credetemi, sono fortemente dispiaciuto… E sono fortemente dispiaciuto che chi ora governa porti avanti delle politiche evidentemente “anti-famigliari”.

Che suggerimento dare per essere propositivi? Ripristinare da subito il “bonus bebè”, considerandolo un investimento per il futuro, e proseguire nelle politiche in favore della famiglia che incentivino la natalità.