Nuove antenne per la telefonia in via San Marco

Tempo fa ho ricevuto da una mamma-insegnante la preoccupata segnalazione della recente installazione di nuove antenne per la telefonia sul tetto di un condominio in via San Marco per i possibili danni alla salute provocati dall’elettrosmog generato dall’impianto.

In particolare mi veniva segnalata la presenza di una nuova antenna in prossimità del Ricreatorio Pitteri (via San Marco), della scuola primaria Duca d”Aosta (via Vespucci), delle suole con lingua di insegnamento di slovena Ribic e Cankar (via Frausin) e nella zona di campo San Giacomo. Tutte aree, per ovvi motivi, “sensibili” per la presenza di ragazzi che vi sostano, a breve distanza, per più ore al giorno.

Mi sono attivato ed ho scritto agli Uffici comunali per capire come stessero le cose.

Pronta la risposta da parte degli Uffici che così riassumo. Il 19 novembre 2018 il gestore Vodafone ha presentato la Segnalazione Certificata di Inizio Attività per la realizzazione di una nuova Stazione Radio Base ubicata in copertura del condominio di via San Marco. La relazione allegava anche il parere tecnico preventivo dell’ARPA-FVG, il parere favorevole della Commissione per il Paesaggio e la Qualità Urbana, la notifica di deposito del progetto riguardante le strutture presso la Regione Friuli Venezia Giulia, il nulla osta del condominio e le asseverazioni del professionista incaricato di rispetto del Piano Comunale di Settore per la localizzazione degli impianti di telefonia mobile; il 18 marzo 2019 la Società Vodafone Italia S.p.A. ha presentato la comunicazione di attivazione e conformità dell’impianto alle caratteristiche tecniche comunicate nella relazione tecnica ad ARPA FVG.

Mi hanno inoltre informato che è intenzione dell’Ufficio comunale a cui mi sono rivolto di segnalare la zona di San Giacomo per la presenza dei siti sensibili (scuole e ricreatori) da me evidenziati all’ARPA FVG che sta predisponendo, nell’ambito del “Programma di monitoraggio dei campi elettromagnetici a radiofrequenza a livello regionale”, uno studio per individuare le zone preferenziali in cui effettuare i monitoraggi.

Quindi: l’antenna è stata installata secondo le normative vigenti, nel rispetto delle procedure e dei limiti previsti da leggi e regolamenti a tutela della salute pubblica. Anche in considerazione della mia segnalazione (stimolata da parte di una mamma-insegnante), verrà richiesta all’ARPA FVG particolare attenzione nel monitoraggio delle emissioni elettromagnetiche all’area poiché vi sono presenti numerosi “siti sensibili”.

Più di così non sono riuscito a fare…

L’unica cosa che posso fare ancora, riguardo ulteriori e future installazioni di antenne, è approfondire l’argomento ed intervenire per modificare il Piano Comunale di Settore per la localizzazione degli impianti di telefonia mobile.

(L’antenna posizionata sul condominio di via San Marco fotografata da via Vespucci. In primo piano il ricreratorio Pitteri.)

 

N.B.: per correttezza devo riconoscere che dell’argomento si era interessata anche Beatrice Filippin, consigliera del Movimento 5 Stelle nella quinta Circoscrizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dimostra di essere un umano e non un robot, completa questa operazione: *