Dichiarazione di voto (Europee 2019)

Sono in molti quelli che mi chiedono come voterò alle prossime elezioni europee che, in Italia, vedranno le urne aperte domenica 26 maggio 2019.

È una domanda che mi sono posto anche io ripetutamente e a cui è difficile rispondere.

Difficile rispondere per il disinteresse e per la sfiducia che si percepisce relativamente alla politica in generale e a queste elezioni in particolare. Difficile rispondere per la complessità che comporta mettere una X su di un simbolo vicino al quale scrivere nomi e cognomi dei candidati. Difficile rispondere per come questa campagna elettorale è stata portata avanti: toni accesi, molti slogan e pochi programmi. Difficile rispondere per chi, come me, è stato eletto nel Consiglio comunale di una città come Trieste in una “lista civica” che non ha legami con i partiti in corsa per il parlamento europeo.

Io voterò per Valentina Castaldini candidata nella Circoscrizione Nord-Est nelle liste di Forza Italia.

A questa decisione sono arrivato anche aiutato dal documento proposto da Comunione e Liberazione per queste elezioni, dall’incontro a cui sono stato invitato come moderatore, da alcuni dialoghi con alcuni amici e dal fatto di averla conosciuta personalmente.

Non so se verrà eletta e non mi interessa, come non mi interessa il risultato che otterrà a Trieste, città nella quale il suo nome non si è mai sentito (neanche in occasione dell’incontro tenutosi il 16 maggio di cui nessun giornale ha parlato).

Quello che mi ha colpito di lei è la consapevolezza della difficoltà dei tempi che coloro che concepiscono la politica in un certo modo stanno vivendo e la disponibilità a costruire qualcosa, indipendentemente dall’esito delle elezioni europee, per il futuro e per quelle persone che credono nei principi e nei valori che mi appartengono.

Con lei ho capito anche l’importanza di considerare anche il gruppo a cui i partiti nazionali aderiranno a livello europeo. Forza Italia aderirà al “Partito popolare europeo – EPP” mentre gli altri partiti aderiranno a gruppi più “estremisti” e radicali.

Da ultimo vi lascio il collegamento al programma-manifesto del Partito popolare europeo.

 

Valentina Castaldini nel corso dell’incontro “Riviva l’Europa” tenutosi il 16 maggio 2019 alla Stazione Marittima di Trieste a cui ha partecipato anche l’on. Debora Serracchiani ed il docente di Diritto Costituzionale all’Università di Firenze prof. Andrea Simoncini.

Il pubblico presente nella sala Oceania della Stazione Marittima di Trieste.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dimostra di essere un umano e non un robot, completa questa operazione: *